False assicurazioni online, occhio alle truffe RCA.

False assicurazioni online, occhio alle truffe RCA.

False assicurazioni online, occhio alle truffe RCA.

Tutti coloro che hanno un’automobile devono necessariamente, per legge, stipulare un’assicurazione. Spesso, però, va ad intaccare le tasche di chi la sottoscrive a causa del prezzo che cresce sempre più in Italia. Ecco allora alcuni consigli per capire cosa deve avere e come difendersi dalle truffe.

Cosa deve avere l’RCA

La polizza RCA (acronimo di responsabilità civile auto) è il contratto assicurativo stipulato con la compagnia di assicurazione che copre i danni involontariamente causati agli altri quando usate l’auto. Le polizze auto coprono danni fino ad un massimale prestabilito e hanno tariffe diverse a seconda delle varie compagnie assicurative e servizi offerti.

L’assicurazione auto è obbligatoria e copre un veicolo anche quando è in sosta o senza guidatore. In altri termini possiamo dire che se la vostra auto è assicurata – cosa che deve sempre essere per legge – in caso di incidente automobilistico al posto vostro pagherà i danni la compagnia di assicurazione alla quale vi siete affidati. ll danneggiato verrà risarcito nei limiti previsti dal massimale di polizza.

Una polizza RCA protegge non solo voi ma chiunque sia alla guida della vostra auto e ha un sinistro. La RCA non “protegge” necessariamente solo il proprietario del mezzo, ma chiunque, salvo diversamente scritto nel contratto assicurativo, sia alla guida dello stesso, salvo eccezioni (se vi hanno rubato la macchina e lo avete denunciato alla pubblica autorità ad esempio la copertura assicurativa non è valida).

La RCA di per sé non copre invece il guidatore che ha provocato l’incidente anche nel caso dovesse subire lui stesso dei danni fisici. Se volete una polizza che tuteli anche il conducente dell’auto occorre una copertura ad hoc chiamata “Infortuni del conducente” che preveda tali eventi.
Mentre la polizza R.C. Auto è obbligatoria, esistono altre garanzie che possono essere stipulate per il proprio veicolo che sono facoltative. Un esempio è quello delle polizze che tutelano il veicolo da eventi come il furto, l’incendio o gli eventi atmosferici.

Truffe RCA, come riconoscerle.

In molti per risparmiare sull’assicurazione auto si lasciano imbrogliare da alcune polizze online a prezzi super vantaggiosi. Purtroppo, tali assicurazioni in molti casi risultano non esistere e l’ignaro cliente invia denaro ricevendo indietro dei documenti che non hanno alcun valore legale.

Di recente i ricercatori per la sicurezza informatica hanno scoperto una finta società d’azioni il cui nome era Quix Assicurazioni, simile a Quixa che l’assicurazione online del gruppo AXA. Per evitare di essere raggirati, quindi, il primo consiglio è quello di non credere a finti messaggi pubblicitari su Whatsapp o sui social.

Diffidare anche dalle compagnie online che chiedono subito i documenti e le ricevute di pagamento per completare la stipula. Si dovrà sempre valutare a fondo il preventivo ed il contratto.

Un altro consiglio per evitare truffe è quello di controllare online se vi sono dei commenti di altri utenti su tale assicurazione. Ci si dovrà poi connettere al sito web della compagnia assicurativa e controllare se vi sono dei preventivi. Qualora non ci siano, la truffa potrebbe essere dietro l’angolo.

Infine, per stare tranquilli al cento per cento, si potrà verificare sul sito Ivass il nome dell’assicurazione oppure chiamare il numero dell’autorità 800 486661.

Truffe RCA perché preferire un’agenzia assicurativa presente sul territorio.

Differenza tra un’agenzia assicurativa presente nel territorio ed invece un’assicurazione online? La presenza fisica di qualcuno a cui fare riferimento da sicuramente maggiori garanzie nella gestione delle pratiche, nella consulenza all’assicurato, nell’assistenza dopo un sinistro.

Negli ultimi anni hanno avuto una grossa impennata le assicurazioni online, ma la mancanza di consulenti e riferimenti disponibili in caso di necessità sta creando non pochi problemi a chi ha deciso di risparmiare forse troppo, a discapito del servizio fornito.