Detrazione assicurazione auto: si può scaricare dal 730?

Detrazione assicurazione auto: si può scaricare dal 730?

Detrazione assicurazione auto: si può scaricare dal 730?

Come probabilmente già sai, l’assicurazione auto non si può scaricare per intero dal 730. In alcuni casi però si può ottenere una detrazione del 19% del premio. Ma come capire quando e come possiamo detrarre la polizza auto?

Detrazione assicurazione auto: quando è possibile.

Fino alla dichiarazione dei redditi 2014 era possibile dedurre dal 730 parte delle spese per l’assicurazione auto. Nello specifico, la legge prevedeva la possibilità di portare in deduzione del reddito il contributo versato a favore del Sistema Sanitario Nazionale, per la parte che superava i 40 euro.

Con l’entrata in vigore del DL 102/2013 questa possibilità è stata eliminata. E ora risultano detraibili solamente le spese relative alla polizza infortuni, se è stata sottoscritta in aggiunta alla copertura RC auto obbligatoria per legge.

In caso di dubbi ti consigliamo di chiedere sempre al tuo consulente assicurativo per evitare di incorrere in imprevisti che non potevi prevedere nè sapere. Questo è anche il valore aggiunto della nostra agenzia di assicurazioni.

Detrazioni polizze: quali sono i limiti di detraibilità.

Tra le spese detraibili dal 730 ci sono anche le spese assicurative. La percentuale di detrazione è del 19%. I limiti di detraibilità sono differenti a seconda del tipo di polizza assicurativa.

Attualmente è possibile detrarre le spese relative a:

  • assicurazioni sulla vita e polizze contro gli infortuni del conducente, stipulate entro il 31 dicembre 2000;
  • assicurazioni contro il rischio di morte o di invalidità permanente (con una percentuale di invalidità superiore al 5%), stipulate a partire dal 2001;
  • assicurazioni che tutelano dal rischio di non autosufficienza nel compimento degli atti di vita quotidiana.

Come indicato sopra la percentuale di detrazione è del 19%, ma ci sono limiti massimi di detraibilità differenziati. Per le polizze vita e infortuni la spesa massima detraibile è di 530 euro, mentre per la copertura del rischio di non autosufficienza è di circa 1.290 euro.

Chi può detrarre le spese assicurative.

Per poter usufruire della detrazione fiscale bisogna innanzitutto aver versato il premio nell’anno d’imposta a cui fa riferimento la dichiarazione dei redditi.

Per ottenere la detrazione dovrai conservare e presentare al momento della dichiarazione, la ricevuta del versamento e una copia del contratto da cui poter ricavare le generalità dell’assicurato e tutti i dati della polizza.

In alcuni casi si può richiedere la detrazione anche se non si è beneficiari della polizza. Ma solo in questi casi:

  • direttamente dall’assicurato che detrae la quota nella propria dichiarazione dei redditi;
  • dal contraente della polizza, se il beneficiario è un familiare che è fiscalmente a carico della persona che richiede la detrazione;
  • da un familiare che ha a carico la persona che risulta sia il contraente sia l’assicurato.

Dal 2019 saranno detraibili le spese per l’assicurazione sulla casa.

La Legge di Bilancio 2018 ha introdotto un’altra possibile detrazione relativa alle spese assicurative. A partire dall’anno d’imposta 2018, e quindi dalle dichiarazioni dei redditi compilate dal 2019, si potranno detrarre anche le spese assicurative sostenute per proteggere la casa da calamità naturale come i terremoti.

Parliamo dunque di eventi catastrofali che sono differenti da eventi atmosferici. Anche in questo caso, chiedi sempre al tuo consulente assicurativo per essere certo sia del tipo di copertura che di quanto concerne poi quello che potrai detrarre dalle tue imposte.

Dunque la detrazione viene riconosciuta per le polizze stipulate a partire dal 1° gennaio 2018. Si può detrarre la quota del 19% del premio versato per le assicurazioni che tutelano da eventi calamitosi o catastrofali, riferite a immobili destinati a uso abitativo, che sono differenti da eventi atmosferici.

Anche in questo caso, chiedi sempre al tuo consulente assicurativo per essere certo sia del tipo di copertura che di quanto concerne poi quello che potrai detrarre dalle tue imposte.